ItalianEnglishJapanese

MANTICE SACRO

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 29/10/2016
20:45

Luogo
Abbazia Benedettina di Santa Maria in Silvis - Sesto al Reghena (PN)

Categorie


 mantice-sacro-faf2016

 

Concerto di musica sacra dal XVI al XX secolo     

Laura Rizzetto, voce
Gianni Fassetta, fisarmonica
Massimo Santaniello, clarinetto
Francesco Ferrarini, violoncello


Un concerto straordinario per clarinetto, violoncello, voce e… fisarmonica. Straordinario per il luogo che lo ospita: la magnifica chiesa dell’Abbazia Benedettina di Santa Maria in Silvis di Sesto al Reghena, che ancora oggi ci parla dalla silenziosa profondità della sua storia ultra millenaria. Straordinario per la partecipazione inedita della fisarmonica, che qui si sveste della sua popolare modernità, per accompagnare, come un organo antico, un repertorio di musica sacra che attraversa tre secoli. 


Musiche di:
Giulio Caccini, Antonio Vivaldi, Wolfgang Amadeus Mozart,
Gioacchino Rossini, Pietro Mascagni.


INGRESSO LIBERO – per info: 043443693


Laura Rizzetto – maestro di coro/mezzosoprano

Diplomata in pianoforte presso il Conservatorio Tartini di Trieste sotto la guida del M° M.Puxeddu, inizia lo studio del canto con la madre e in seguito con il soprano Crosatti (docente al Conservatorio di Milano) diplomandosi a pieni voti nel 2001. Dal 1999 al 2002 ha partecipato al Festival di Musica da Camera della Fondazione “Santa Cecilia” di Portogruaro eseguendo svariate partiture cameristiche sotto la direzione di Specchi, Mondelci, Mariozzi, Desderi, Trombetta e Magiera. Ha collaborato con la prima tromba dell’Opera di Roma M. Maur con il quale partecipa a manifestazioni in Italia e all’estero con brani tratti di repertorio barocco e contemporaneo (Morricone e Rota). Dal 2000 è ospite della rassegna “En atten-dent Rossini” del Rossini Opera Festival-Pesaro con “La Clemenza di Tito” di Mozart e “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini. Ha debuttato in “Così fan tutte” e ne “Le Nozze di Figaro” di Mozart diretti dal M° L. Magiera. Nel 2006 era “Pulcheria” nell’Athenaide di Vivaldi diretta da A. Marcon (Venice Baroque Orchestra), opera trasmessa in prima mondiale da Radio3-Euroradio. Già docente di canto e pianoforte presso la Scuola di Musica “Santa Cecilia” , della quale è anche direttrice, svolge attività didattica e concertistica in Italia e all’Estero, collaborando con prestigiose istituzioni quali l’Universität Mozarteum Salzburg.


Gianni Fassetta – fisarmonica

Inizia lo studio della fisarmonica all’età di sei anni con il maestro Elio Boschello di Venezia, distinguendosi giovanissimo per spontaneità tecnica, facilità interpretativa e fervida musicalità. Ha seguito i corsi di perfezionamento con i maestri F. Lips e W. Zubintskj. Classificatosi al primo posto in quindici concorsi nazionali e internazionali, ha partecipato a registrazioni Rai Tv, reti regionali e straniere. Svolge intensa attività concertistica in Italia e all’estero (Argentina, Austria, Canada, Francia, Germania, Giappone, Pakistan, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria). Da sottolineare la tournée in Argentina dove si è esibito anche al Teatro Colòn di Buenos Aires in presenza di Laura Escalada Piazzolla; quest’ultima, concorde con la critica, lo ha collocato tra i migliori interpreti di Astor Piazzolla. È il fisarmonicista del Piazzollandotrio (vincitore del Concorso Internazionale “Amadeus” 2000). Nel 1999 è uscito il cd “Evocazioni” con musiche proprie su testi del poeta Giuseppe Malattia della Vallata (Premio Letterario Internazionale) e nel 2002 il cd “Reflejo”, opera monografica sulla produzione di Astor Piazzolla. Ha partecipato alla realizzazione della colonna sonora del film “Vajont” di Renzo Martinelli, componendo due brani per fisarmonica e quartetto d’archi, editi dalla casa discografica Sugar Music di Milano. Dal 2009 collabora con il Premio Oscar Nicola Piovani. Suona con artisti di fama internazionale in varie formazioni. Dal 2011 è anche impegnato come direttore artistico del Fadiesis Accordion Festival.


Massimo Santaniello – clarinetto  

Massimo Santaniello  diplomatosi a pieni voti presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino, segue gli studi di perfezionamento e interpretazione solistica presso la scuola di Musica di Fiesole con il M° Toudorache e presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma con il M° Vincenzo Mariozzi.
Ha suonato in qualità di primo clarinetto con illustri direttori e solisti tra cui: Marcello Rota, Cristian Mandeal, Bruno Aprea, Louis Bacalov, M. Panni, A. Francis, Boris Brott, Lothar Zagrosek, H.U.Passarella, Alexander Michejev, Bruno Canino, Aldo Tramma, e altri.
E’ stato ospite solista in vari festival internazionali: New York, Tokio, Fukuoka, Verona, Milano solo per citarne alcuni.
Ha eseguito in qualità di solista vari capolavori della letteratura clarinettistica, tra cui il concerto K622 in La Maggiore di Mozart, il concerto n.2 in Mib Maggiore di Weber, con l’Orchestra di Stato di Arad, Orchestra da camera della Moldavia, l’Orchestra Coccia di Novara, l’Orchestra Filarmonica Veneta, Orchestra Sinfonietta Fukuoka e altre.
E’ direttore Artistico dei I Filarmonici Veneti. È docente titolare della cattedra di clarinetto presso l’Istituto Comprensivo Statale ad indirizzo musicale nella città di Legnago – Verona.


Francesco Ferrarini – violoncello

Nato a Verona, ha compiuto gli studi al Conservatorio di Rovigo, nella classe del M° Simoncini dove si è diplomato con 10 e Lode. Ha seguito i corsi del M° Mario Brunello dal 1991 al 1996 presso la Fondazione R.Romanini di Brescia, mentre dal 1984 al 1999 si è perfezionato con il M° Franco Rossi, di cui Ferrarini è considerato tra i migliori allievi.
Sin dalla giovane età è risultato vincitore di concorsi quali: Perosi di Biella, Zamboni di Cesena, Nuovi Talenti Cittadella (Pd), Concorso Internazionale di musica da camera di Caltanissetta, Premio Quadrivio di Rovigo ed altri.
In qualità di primo violoncello e solista, ha collaborato con importanti formazioni tra le quali, I Virtuosi Italiani, I Solisti Veneti, I Solisti Filarmonici Italiani, Filarmonica della Fenice, I Solisti del Teatro Regio di Parma, Nextime Ensemble, I Filarmonici di Verona, , L’Arte dell’Arco, Parma Opera Ensemble Interpreti Italiani……. esibendosi nei più importanti teatri italiani ed esteri, al suo attivo più di duemila concerti tenuti in Italia ed all’estero.
Dal 2000 al 2008 è stato Primo Violoncello nell’Orchestra del Teatro Regio di Parma, collaborando negli anni sempre nello stesso ruolo con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, il Teatro di San Carlo Napoli ed il Teatro Comunale di Bologna inoltre dal 2011 al 2015 è stato Primo Violoncello con Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia,.
Ferrarini svolge un’intensa attività di musica da camera suonando con musicisti quali: Jorg Demus, Boris Belkin, Mario Brunello, Francesca Dego, Bruno Canino, Pavel Vernikov Danilo Rossi e molti altri inoltre ha tenuto collaborazioni con musicisti di “Frontiera” quali G.Bregovic, F.Battiato, N. Nymann ed altri
Ha suonato sotto la guida di direttori quali: M.W.Chung, Y. Temirkanov, R. Muti, R.F. de Burgos D. Kitajenko……
Ha ideato nel 2003 I Concerti del Lunedì a San Bernardino-Verona, fondando il gruppo da camera Interpreti Italiani.
Numerose sono le registrazioni discografiche tenute da Ferrarini per
BMG -Ricordi, EMI; Tactus,Chandos, LaBottega Discantica Dynamic, Nuova Era e registrazioni per la Rai e la radio della Svizzera Italiana.
E’ docente di violoncello presso Il Conservatorio Statale di Musica di Trapani “A.Scontrino”
Suona su un violoncello del 1700 della scuola italiana.


Torna al programma