ItalianEnglishJapanese

Il successo di Pordenone lancia Matera

Allievi materani

Sulle ali dell’entusiasmo di COBA il Festival decolla verso sud

E tre. Dopo le due felici anteprime di settembre, anche l’intensa tre giorni di Pordenone (25, 26, 27 ottobre) del Fadiesis Accordion Festival conferma un bilancio 2013 decisamente positivo e dà ulteriore slancio all’atteso avvio della II edizione di Matera (15, 16, 17 novembre). Vale la pena riepilogare ancora una volta i numeri di questa prima tornata friulana del festival, che vanno oltre ogni ottimistica previsione: tutto esaurito nelle due serate a ingresso libero, oltre trecento spettatori paganti nel concerto conclusivo, che ha visto come protagonista il giapponese COBA. Sicuramente una risposta incoraggiante del pubblico, per una giovane manifestazione di nicchia, in un difficile periodo di spending review. Ma quello che soprattutto conta è che finalmente ha preso compiuta forma la collaborazione spontanea tra musicisti friulani e lucani, che sarà valorizzata nella preziosa cornice di Matera in tre momenti precisi e complementari: l’incontro tra i talenti, l’incontro tra i maestri, l’incontro tra gli allievi. Forse è proprio questa la sfida più avvincente e più  impegnativa del nostro singolare “festival dei due mondi”, il progetto di avvicinare con passione due distanti “periferie” d’Italia. È importante ribadirlo: anche piccole iniziative di questo tipo collegate al territorio, contribuiscono a dare visibilità e credibilità alle parti migliori del nostro Paese, a far scaturire quelle sorgenti sotterranee di creatività che sono la straordinaria, segreta, inesauribile risorsa dell’Italia, quella Italia “bella e buona” nella quale il fisarmonicista giapponese COBA si è formato e alla quale, in un sincero momento di profonda commozione, ha detto di dovere quasi tutto: musica, arte, bellezza, buon gusto, generosità, amicizia.  Se COBA crede ancora nell’Italia, possiamo e dobbiamo crederci anche noi.

Nella foto sopra: consegna di un omaggio del Comune di Pordenone ai giovani talenti del Conservatorio “E: Duni” di Matera che hanno partecipato al concerto degli allievi presso il “Cavenon” di Villa Varda a San Cassiano di Brugnera. Lo scambio artistico e musicale proseguirà a Matera.

VI ASPETTIAMO A MATERA IL 15, 16, 17 NOVEMBRE.

Nella foto sotto: presso il “Canevon” di San Cassiano di Brugnera, in provincia di Pordenone, la presentazione del programma del Festival a Matera. Un simbolico passaggio di consegna tra le due città.

Pordenone lancia Matera

0 Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>